alebegoli

pensieri, letture, allegrie e sconforti di una che fa le cose con passione

ma parliamo di cose serie, invece

ai fornelli!

Cosa non si impara a fare e dire per distrarre babbo e mamma e poter correre in cucina ad aprire gli sportelli dei tegami?

Ieri Guido è corso verso il bagno in fondo al corridoio, chiamando a gran voce “babbo babbo! pipì pipì!”. Paolo l’ha raggiunto di corsa, e lui, fulmineo, gli è passato da sotto le gambe, per dirigersi verso la cucina, non prima di aver detto all’indirizzo dello stupefatto babbo, con sorriso trionfante:

“prende giro!”

Beata innocenza… di noi adulti, intendo 😀

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “ma parliamo di cose serie, invece

  1. ah, ma allora non me ne sono accorto solo io che la cosiddetta “innocenza dei bambini” dopo il sesto mese è già un ricordo.. (per le bambine dopo il terzo…)

  2. beh, forse sei mesi è un po’ poco, ma non appena si installa il modulo “linguaggio” parte anche lo startup del modulo “bugie”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: